COMUNICATO STAMPA – Delibera SalvaGori

 

COMUNICATO STAMPA

 Il Meetup Amici di Beppe Grillo Angri si associa all’appello dei comitati per l’acqua pubblica e chiede all’amministrazione comunale di proporre opposizione in sede giudiziaria alla “delibera SALVAGORI”.

 

Il Meetup Amici di Beppe Grillo Angri  si associa all’appello dei comitati per l’acqua pubblica e chiede all’amministrazione comunale di proporre opposizione in sede giudiziaria alla cosiddetta “delibera SALVAGORI” ed a tal fine ha protocollato in data odierna apposita richiesta. (Prot. N. 0039814 del 12/12/2012)

Il Meetup Amici di Beppe Grillo Angri  chiede quindi rispetto per il voto che circa 27 milioni di italiani hanno espresso alla consultazione referendaria dell’11 e 12 giugno 2011 e ritiene, pertanto, che l’amministrazione comunale debba affiancare i comitati per l’acqua pubblica nella complicata battaglia per il trionfo della legalità che i comitati per l’acqua stanno affrontando, anche in considerazione del fatto che gli stessi comitati hanno espresso la volontà di fornire assistenza legale gratuita ai comuni che si uniranno alla battaglia.

Per maggiore chiarezza si allega il comunicato recentemente pubblicato dai comitati per l’acqua pubblica.

P.S. Il  Meetup Amici di Beppe Grillo Angri  ha chiesto, infine, di dare seguito alla richiesta di compilazione della scheda di censimento del cemento del “Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio”  (protocollo n. 0021732 del 27 giugno 2012) dato che il termine ultimo per la consegna è il 31 12 2012.

 

Oggetto: APPELLO AI SINDACI CONTRARI ALLA DELIBERA SALVA GORI APPROVATA IN SEDE DI ASSEMBLEA DI ATO3 SARNESE – VESUVIANO DEL 27 OTTOBRE 2012

Ai Sindaci dei Comuni di:

Angri

Castel S. Giorgio

Nocera Inferiore

Poggiomarino

Pompei

Roccapiemonte

Sarno

Scafati

La rete dei comitati civici che si battono, da diversi anni, in tutto il territorio dell’ambito Sarnese- Vesuviano per una gestione pubblica e partecipata della risorsa acqua e per la messa in liquidazione dell’esperienza fallimentare della GORI SpA, vogliono esprimere ai rappresentanti Istituzionali indicati in epigrafe alcune considerazioni in merito a quanto deliberato in sede di Assemblea di ATO3 il giorno 27 ottobre 2012:

  1.  L’assoluta indignazione per una deliberazione, che seppur non ancora definitiva, che si propone il salvataggio del soggetto gestore a danno di tutti i cittadini Campani, condonando alla stessa società crediti vantati dalla Regione Campania (157 MILIONI DÌ EURO).La GORI SpAin questi anni ha dimostrato sul campo la sua incapacità gestionale ed imprenditoriale e oggi si vuole far pagare ai cittadini gli errori e le inefficienze di questo CARROZZONE.

Il condono SALVAGORI, una volta approvato anche dalla Giunta Regionale, determinerebbe un buco nei conti dello stesso ente che avrà conseguenze di non poco conto sui già precari servizi pubblici regionali, soprattutto Sanità e Trasporti

2 La preoccupazione su come la maggior parte del ceto politico regionale di centro destra e centrosinistra sia subalterno ai POTERI FORTI dell’acqua (come le grandi multinazionali che direttamente e/o indirettamente controllano GORI SPA) a danno di tutti i cittadini CAMPANI.

3 Il giusto riconoscimento per il vostro voto contrario alla DELIBERA SALVAGORI del 27 ottobre 2012. La dignità con cui vi siete opposti in quella sede all’intreccio perverso tra ente controllore e soggetto gestore, che solleva non pochi dubbi rispetto all’autonomia del primo rispetto il secondo, è riguardevole e degna di nota da parte dei comitati civici che si battono per l’acqua pubblica.

In virtù di quanto considerato, rivolgiamo a Voi Sindaci un accorato appello:

Vi chiediamo di continuare sulla strada della opposizione, con tutti i mezzi a vostra disposizione, rispetto al lo strapotere della GORI SPA e per la ripubblicizzazione del Servizio Idrico Integrato in ATO3.

Il vostro voto  contrario in assemblea del 27/10/2012  vi fa onore e per quanto degno di nota,  non può bastare, rispetto ad una seria, razionale e convinta lotta. C’è  bisogno di costanza di azione e di intelligenza strategica per rovesciare i rapporti di forza.

Vi chiediamo di assumere altre e più importanti iniziative che abbiano anche a fianco i comitati civici che giorno dopo giorno alimentano, nei nostri difficili e precari territori, il “sogno” di una gestione pubblica e partecipata del bene comune acqua.

Vi è necessità, fin da subito, di proporre opposizione in sede giudiziaria amministrativa alla delibera SALVAGORI. Vi sono innumerevoli motivazioni procedurali e di diritto per attuare questa opposizione ed i legali dei comitati sono a vostra disposizione per interloquire e valutare le questioni del caso.

Certo, si possono immaginare ulteriori e diverse iniziative volte a raggiungere il nostro obiettivo comune, ma in questa fase c’è bisogno di creare un argine ad una delibera tanto indegna quanto pericolosa per le ricadute negative in capo sia agli utenti di ATO3 che a tutti i cittadini Campani.

Vi rammentiamo che i comitati hanno già deciso di proporre opposizione alla delibera presso il TAR, così come lo hanno già fatto per la precedente delibera del 2 agosto 2011, che ha avuto esito positivo presso il TAR CAMPANIA ed è prossima la discussione in sede di Consiglio di Stato

Auspichiamo vivamente un vostro coinvolgimento su questo fronte e faremo il possibile perché ciò avvenga.

Una adesione ad una siffatta iniziativa giudiziaria darebbe veramente valore a quel vostro voto contrario che così non diverrebbe solo una sorta di “urla nel deserto”, ma un impegno concreto di prospettiva per la democrazia e la partecipazione nella gestione dei beni Comuni.

Attendiamo fiduciosi una vostra risposta pubblica a questo nostro appello, e siamo a completa disposizione per ogni eventuale approfondimento.

LA RETE DEICOMITATI CIVICI ATO3 SARNESE- VESUVIANO

Rif.Avv.Giuseppe Grauso – cell.345037194

 

Per consultare il documento protocollato cliccate QUI.

Leave a Comment