RESOCONTO INCONTRO E5S COL SINDACO DEL 22/12/2015

Il giorno 22/12/2015 l’associazione “Evolution 5 Stelle – Angri” si è incontrata con il sindaco Ferraioli, presso gli uffici comunali, per chiedere spiegazioni in merito alle proposte da essa presentate e rimaste, perlopiù, senza risposta, allorquando la legge prevede l’obbligo di risposta entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta presso l’ufficio protocollo. Certo, non un bel biglietto da visita per chi, in campagna elettorale, si era fatto tutore della legalità. Innanzitutto, ci teniamo a raccontare l’odissea che ci ha condotti a questo incontro. Il 29 ottobre, infatti, la nostra associazione presentava richiesta d’incontro formale presso l’ufficio protocollo del comune di Angri. Non avendo ricevuto risposta entro i famosi 30 giorni, abbiamo ritenuto opportuno presentarci davanti all’ufficio del sindaco il giorno 03/12/15 alle ore 16, nel suo orario di ricevimento. Il sindaco Ferraioli, arrivato alle 16:20, aveva la Giunta Comunale alle 16:30, rendendo impossibile, di fatto l’incontro, accessibile invece ad una persona, neppure residente ad Angri, che come noi non aveva preso appuntamento, ma a differenza nostra ha avuto accesso alla stanza del sindaco prima di un cittadino regolarmente prenotato. Si sa, ognuno ha i suoi santi in paradiso. Abbiamo dovuto così prendere altri due appuntamenti con lo staff, appuntamenti ai quali il sindaco è mancato prima per un prolungamento improvviso di un viaggio, poi per malattia. Finalmente dopo 2 mesi ci ha ricevuti ed alla nostra indignazione in merito alla vicenda ha scaricato tutta la colpa sullo staff, scelto da lui pochi mesi fa, salvo poi consigliarci di rivolgerci al suddetto staff, e non direttamente a lui, per i prossimi appuntamenti… È, comunque, inconcepibile che un comune cittadino che ha bisogno di parlare con il sindaco per esporgli problemi, magari anche più importanti ed imminenti dei nostri progetti, debba attendere quasi due mesi, tempi apocalittici ed ingiustificabili. Ma passiamo alle nostre proposte:
1)”Baratto Amministrativo”, approvato in giunta, ma di cui ancora attendiamo la stesura del regolamento da approvare in Consiglio Comunale. Ferraioli ha scaricato nuovamente la colpa su terzi, in questo caso il dirigente preposto alla stesura dello stesso (come se i dirigenti fossero stati messi al loro posto dallo Spirito Santo);
2) “Wi-fi free”, progetto attentamente studiato da un nostro membro competente in materia. Il sindaco ha sollevato perplessità in merito a questa proposta, da lui ritenuta obsoleta. L’amministrazione, invece, ha l’intenzione di porre in essere il cablaggio di Angri con la fibra, dal momento che c’è in progetto il rifacimento dell’illuminazione stradale con luci LED per un risparmio energetico. Ma allora ci chiediamo, visto che la fibra cammina con la rete di illuminazione pubblica, invece di dare la fibra in affitto ad un operatore, perché non si ci predispone per il LI-FI molto più veloce del WI-FI e meno inquinante (inquinamento elettromagnetico), dal momento che utilizza spot di luce e che proprio i LED hanno reso possibile questa tecnologia?;
3) Qualità del cibo che entra nelle mense scolastiche. Il sindaco ci ha rassicurati, confermando di tenere particolarmente a cuore quest’argomento;
4) Applicazione della legge 113/92, “Un albero per ogni nato”. Ferraioli ha confermato la fattibilità della proposta, evidenziando l’importanza che il tema “ambiente”, ha per lui. Anche in questo caso, dunque, attendiamo in tempi brevi provvedimenti in questo senso;
5) Voucher per i disoccupati (lavori occasionali accessori, bando regionale). Ferraioli ci ha rassicurati sulla presentazione della richiesta in regione, dalla quale si attendono risposte;
6) Unioni civili. Il sindaco si è dimostrato aperto in questo senso, ma ha sollevato dubbi sulla possibilità che questa proposta venga accettata dal consiglio comunale. In ogni caso, portarla all’ordine del giorno in consiglio sarebbe già un grande passo, passo che invitiamo a fare il prima possibile;
7) Rifiuti Zero. Ferraioli ha sollevato perplessità in merito alla possibilità di superare un eventuale 70% di raccolta differenziata, adducendo spiegazioni tecniche legate al costo dell’operazione.
Essendo i presenti sprovvisti di una formazione tecnica in questo senso, abbiamo proposto al primo cittadino un incontro, anche pubblico, con il presidente dell’associazione “Impatto EcoSostenibile-Zero Waste Campania”, associazione rinomatissima, attiva da anni sul nostro territorio, invitata, qualche mese fa, al Parlamento Europeo per esporre il progetto “Rifiuti Zero”. Infatti noi abbiamo chiesto all’amministrazione di sottoscrivere un protocollo d’intesa con questa associazione, protocollo che la obbligherebbe a rispettare determinate regole decise di comune accordo tra tutte le amministrazioni aderenti all’iniziativa. Il sindaco ha accettato la proposta d’incontro. A breve lo organizzeremo;
8) Regolamentazione Parcheggi. In merito a questa proposta, Ferraioli ha parlato del suo progetto relativo alla costruzione di parcheggi in vari punti della cittadina, come ad esempio presso l’ex primo circolo delle scuole elementari a via Cervinia. Non ha comunque negato la possibilità dell’attuazione della nostra proposta in merito a: disco orario sulle strisce bianche per creare parcheggi per residenti, non danneggiando, in questo modo, le attività commerciali; parcheggio rosa, per donne incinte o con bambini piccoli (anche uomini in questo senso), soprattutto in prossimità di scuole e di tutti quegli edifici praticati quotidianamente dai bambini.
Infine, si è esortato nuovamente il sindaco a provvedere all’iscrizione della nostra associazione all’albo o quantomeno ad una risposta alla nostra richiesta, datata 07/08/2015 (PRT. 23170/2015). Ferraioli ha accolto la nostra richiesta ma, ad oggi, non abbiamo ancora ricevuto risposta.

Leave a Comment