Caso Soget S.p.A.: il Movimento 5 Stelle ribadisce la sua posizione

In riferimento all’ultimo Consiglio Comunale, durante il quale, in un clima di pre campagna elettorale, si è TARDIVAMENTE discusso della questione Soget, ci teniamo a ricordare a tutti che il Movimento 5 Stelle Angri, in tempi non sospetti, fin dal mese di giugno del 2012 ha pubblicamente espresso la sua posizione in merito: “…la decisione di combattere l’evasione è senza dubbio condivisibile ma affidare il servizio di riscossione dei tributi alla Soget è stato un errore programmatico gravissimo dato che le è stato riconosciuto un aggio del 25%. Il Movimento 5 Stelle Angri è per la rescissione del contratto con la Soget e per l’affidamento del servizio al Comune”. (l’articolo è ancora consultabile sul portale Angri.info)

Ricordiamo ancora a quanti, non avendo nulla da dire perché appartengono ai vecchi apparati della nomenclatura angrese, che poco hanno contribuito alla crescita sociale ed economica della nostra città, che nel febbraio del 2013 il concetto veniva ribadito, dando un giudizio assolutamente negativo sull’attività svolta da questa Amministrazione comunale. (Angri 80’ febbraio 2013)

Riteniamo che i dati esposti dall’assessore Sorrentino durante l’ultimo Consiglio Comunale, senza poter scendere nel merito poiché di natura quantitativa (mentre avremmo di gran lunga preferito un’ analisi qualitativa e propositiva), abbiano comunque fuorviato l’attenzione dal gravissimo fatto che la Soget ha attuato nei confronti dei cittadini una politica vessatoria, finalizzata ad un recupero indiscriminato. Non si combatte l’evasione aumentando, spesso senza nessun riferimento certo, la superficie calpestabile a cittadini che già pagavano in base ad una misurazione fatta peraltro dal comune stesso, agli inizi degli anni 90, inviando comunicazioni con frasi del tipo “omessa denuncia, infedele dichiarazione”. L’impressione è che con l’operazione Soget sia stata posta in essere un’azione eccessivamente dispersiva che ha generato solo tensioni senza costrutto, mentre sarebbe stato più utile concentrare meglio l’attività di recupero sui grandi evasori.

Alle prossime elezioni amministrative il Movimento 5 Stelle presenterà alla cittadinanza una proposta politica dove non saranno previsti più affidamenti esterni a società come Soget e Gori: dovrà essere la pubblica amministrazione a riappropriarsi della gestione dei servizi al cittadino.

 

Leave a Comment